Wildcats urlo da battaglia, Urania piega Torino, 65-63

Gennaio 9, 2021

Gran partita di Urania che spegne la corazzata Torino con un finale tutto cuore. Partita intensa e ruvida senza un padrone: difesa, grinta e nervi saldi regalano il meritato successo ai Wildcats autori di una brillante prova corale. Quattro in doppia cifra per Milano con Raivio a quota 15 ed un Raspino in versione gladiatore che chiude con 13. Non basta alla Reale Mutua un dominante Diop, 21 con 9 rimbalzi.

LA GARA
Subito marce alte per Torino che sfrutta le iniziative di Penna, replica Montano che sblocca Urania con una tripla dall’angolo, 3-4. Il corri e tira sembra dare più agio ai Wildcats che mettono la freccia con il botto stereofonico di Raivio e Bossi, Langston di potenza per l’11-4 al 5’. Reazione furiosa della Reale Mutua che trova il primo squillo di Clark, la forza di Diop ed il morbido appoggio di Pinkins per il meno 1 ospite, 13-12. Fatica a ritrovare fluidità offensiva Milano che stecca ancora ai liberi, inevitabile il sorpasso con la tripla di Penna, 13-15. Sale la pressione difensiva dei piemontesi , Diop è un rebus molto complesso per i pari ruolo dei Wildcats, ci provano con orgoglio Piunti e Raspino, 19-20. Regge Urania nonostante alcune chiamate discutibili ai danni della truppa di coach Villa, Alibegovic approfitta di un mancato fischio per la tripla del più 4, 21-25. Non mancano mai cuore e grinta ai Wildcats, Raspino e Piunti difendono duro, è parità dopo il canestro di Bossi, 27-27. Torino prova più volte la spallata con Diop e Pinkins, Urania non molla e si tiene a contatto alla pausa lunga, 34-39. Milano da battaglia anche dopo l’intervallo, il semigancio di Langston vale il meno 1, 38-39. Arriva il terzo fallo di Langston che cambia lo scacchiere della sfida, domina a rimbalzo d’attacco Torino che sposta a 7 il massimo vantaggio, 40-47. Milano cerca con troppa insistenza il tiro perimetrale, la Reale Mutua spreca un paio di possessi importanti per allungare con decisione, Urania ringrazie e rientra ad un solo possesso, 44-47 dopo 4 punti filati di Raivio. Ruggisce un altro mini strappo Urania con Piunti e Bossi che firmano il sorpasso alla penultima sirena, 48-47. Diop sblocca i piemontesi dopo 4 minuti senza canestri, i Wildcats continuano però a graffiare, 53-53 dopo il 2+1 di Montano. Salgono anche i falli con Langston da una parte e la coppia Diop-Clark dall’altra con quattro penalità. E’ Urania questa volta a lasciare per strada due ghiotte opportunità per provare a scappare, Alibegovic per l’ennesima parità, 55-55. Sono Campani ed Alibegovic gli X Factor in casa torinese, la tripla dell’ex Orlandina fa male ai padroni di casa, 58-61. Cuore infinito per Urania con Raspino commovente nel trascinare i compagni con giocate tutta sostanza, 62-61. Torino si aggrappa a Diop per il nuovo sorpasso, stavolta il finale però è tutto Wildcats. Langston mette un jumper dai 6 metri di capitale importanza, Bossi sigla un libero ma Pinkins dall’angolo sulla sirena spara sul ferro il tiro della vittoria, 65-63.

URANIA MILANO: Raivio 15, Raspino 13, Langston 12

REALE MUTUA ASSICURAZIONI TORINO: Diop 21, Alibegovic 13, Pinkins e Campani 8

Ufficio Stampa Urania Basket Milano

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp