Urania si spegne nel finale, i Wildcats non passano a Trapani, 79-64

Aprile 2, 2021

Sconfitta per Urania a Trapani nel recupero della sesta giornata di ritorno, i Wildcats cedono nel finale dopo una sfida per larghi tratti equilibrata. Corbett e Miller i fattori decisivi per il successo dei siciliani, non bastano a Milano le fiammate di Raivio e Montano.

LA GARA
Buon avvio dei Wildcats che trovano le iniziative di Bossi, replica Corbett che impatta a quota 6. Tre falli in meno di un minuto per Langston che cambiano lo scacchiere in campo, regge Milano dopo il tap-in di capitan Benevelli, 7-8. Basse percentuali ma alta l’intensità del match, ad una magia di Montano risponde Corbett, 10-12. I tanti falli di Urania regalano diversi viaggi in lunetta a Trapani che mette la freccia grazie all’energia di Mollura, il buzzer beater di Erkmaa sigilla il più 4, 20-16. Poco reattivo l’approccio dei Wildcats nel secondo periodo, un paio di errori di Raspino propiziano il break propiziato da Miller, 29-22. Scivola a meno 9 Urania prima del mini parziale griffato da Piunti e Montano, si infiamma la sfida anche a causa dei tanti, troppi, fischi del trio arbitrale, 35-28. Non molla Milano che raddoppia con efficacia Renzi, Raivio e Montano confezionano di puro talento il meno 1, tripla d’autore del Principe, 40-39. Mette la freccia Milano con l’E.T. dei Wildcats con una splendida penetrazione, Miller lascia avanti i padroni di casa all’intervallo, 42-41. Dopo la pausa lunga si rivede Langston, sue le iniziative che generano un altro sorpasso milanese, 42-44. 2B Control che riprende le redini del match con un Miller incontenibile in area colorata, un discutibile fischio sanzionato a Montano regala a Corbett il nuovo più 6 ai siciliani, 52-46. Arriva la quarta penalità di Langston ma i Wildcats hanno ancora cuore ed energia, Raivio timbra il meno 1, 54-53. Piunti e Benevelli si immolano contro Renzi, Raivio sigilla il buzzer beater che regala la parità agli ospiti alla penultima sirena, 55-55. Ancora l’ex Bayreuth spara il siluro del più 3 in apertura di quarto periodo, Trapani cerca con insistenza Renzi che sfrutta l’esperienza contro Pesenato, 61-58 dopo il comodo appoggio di Spizzichini. La tripla di Palermo spariglia i giochi, spara invece a salve dall’arco Urania che sembra avere terminato il carburante, 69-60 di Corbett. Stesso copione nell’azione successiva, massimo vantaggio che certifica la fuga definitiva, gli uomini di coach Parente chiudono 79-64.

2B CONTROL TRAPANI: Corbett 26, Miller 20, Mollura 9

URANIA MILANO: Raivio 19, Montano 16, Langston 10

Ufficio Stampa Urania Basket Milano

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp