Urania si esalta e poi rischia, i Wildcats domano Latina, 78-70

Gennaio 4, 2023

Apre con un successo il 2023 Urania che batte Latina dopo una gara dai due volte, 78-70. Wildcats scintillanti per oltre 15 minuti con Montano che innesca Hill e Potts per un più 27 che sembra non ammettere repliche. La Benacquista non molla ed approfitta delle pause di Milano per rientrare con Lewis ed Alipiev sino a meno 5. Nel finale una bomba di Montano e due liberi di Hill gelano la rimonta ospite.

LA GARA
Inizio freddo per entrambe le squadre, di Hill il primo acuto rossoblu, 3-2. Non decolla il match in termini di ritmo ma si scaldano le mani dei protagonisti, Rodriguez risponde ad Amato ed è sorpasso ospite, 6-7. Seconda penalità per Pullazi che costringe coach Villa a cambiare lo scacchiere, è ancora Hill a trovare il gioco interno che aziona il break dei Wildcats, 13-7. Una magia di Montano e due liberi di Ebeling portano in doppia cifra il vantaggio di Urania, Amato fa volare i padroni di casa sino al più 13, 20-7. Sotto di 15 i laziali trovano la reazione firmata da Cacace, 25-11 alla prima sirena. Prova a tenere le redini della sfida Milano grazie alle invenzioni di Potts, il margine rossoblu accarezza i venti punti, 32-13. Coach Gramenzi cerca di mescolare le carte con zona e pressing, con pazienza e con un Valsecchi brillante in fase di assistenza i Wildcats arrivano al più 21 con il sigillo del capitano, 36-15. Sul più 24 si prende una pausa l’attacco milanese che riprende a correre con la tripla in transizione di Montano, 42-15. Parrillo, Lewis e Rodriguez suonano la carica per Latina prima dell’intervallo, 45-26 alla pausa lunga. Prosegue il recupero della Benacquista anche dopo l’intervallo, le improvvisazioni di Lewis e Rodriguez mettono in difficoltà Urania, l’energia di Moretti un fattore nel clamoroso recupero laziale, 45-38. Milano a secco per oltre 5 minuti, interrompe la grande sete la doppia schiacciata di Hill. Due canestri di potenza di Pullazi non riescono però a dare un ulteriore strappo alla gara, 59-49 alla penultima sirena. Latina sembra avere più benzina nel motore e prova la spallata decisiva, stringono i denti i Wildcats con Hill ancora a referto, 65-53. Non molla la Benacquista aggrappata al match grazie al talento di Lewis che mette paura all’Allianz dopo il gioco da 3+1, 71-66. Una bomba di Montano scaccia gli incubi, di Hill dalla lunetta i liberi della staffa, 78-70.

URANIA MILANO: Potts 18, Hill 15, Montano 14

BENACQUISTA LATINA: Lewis 22, Alipiev 12, Cacace e Rodriguez 10

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp