Urania non ferma la marcia di Udine, 54-81

Dicembre 11, 2021

Niente da fare per Urania contro una delle grandi favorite del girone, Udine passa all’Allianz grazie ad una solida prova di squadra. I Wildcats, privi del top scorer Thomas, dopo un primo quarto in salita lottano senza però mai rientrare completamente in partita. Walters, Mussini ed Ebeling i protagonisti per i friulani, Nikolic, Montano e Bossi i miglior marcatori per la truppa di coach Davide Villa

LA GARA
Udine parte subito forte cercando con insistenza Walters in area colorata, la tripla dall’angolo di Ebeling firma il primo allungo ospite, 3-11. L’esterno estense si scatena in un assolo che regala nuova spinta agli uomini di coach Boniciolli, lampo di Lacey per il più 16. Coach Villa chiede maggiore concentrazione ed intensità ai suoi ragazzi ma prosegue la fuga bianconera, 5 punti filati di Pellegrino, 5-24. Precipita sino a meno 21 Urania che prova a rialzarsi affidandosi a Nikolic, 9-29 alla prima sirena. Nonostante le basse percentuali dal campo i Wildcats tentano di mordere in difesa, 13-31 dopo il semigancio di Paci. Insiste Milano con Montano ispirato, tornano sino a meno 14 i padroni di casa con il Principe in evidenza, 19-33. Lotta con orgoglio Urania che fallisce un paio di occasioni per avvicinare gli avversari, l’energia di Abega un fattore nella fiammata milanese, 23-35. C’è spazio e contributo importante anche di Pesenato tra i giovani Wildcats, 25-38 alla pausa lunga. Dopo l’intervallo ritorna a colpire Ebeling, Urania evita però la nuova spallata di Udine, a segno ancora Nikolic dall’arco, 30-43. Gli ospiti sfruttano la loro panchina infinita, Walters è incontenibile in vernice, 30-50. I Wildcats nonostante le difficoltà hanno il merito di non mollare, Nikolic e Montano per il nuovo meno 12, 38-50. Bossi alimenta il recupero dei padroni di casa che non riescono però a tornare sotto la doppia cifra di svantaggio, Lacey riporta a 17 il margine alla penultima sirena, 44-61. Non mancano cuore ed abnegazione ai Wildcats, la Old Wild West domina a rimbalzo, dai secondi possessi nascono opportunità che Cappelletti e compagni convertono, 46-64. Udine amministra con tranquillità ed alimenta il vantaggio nella parte finale del match con Mussini, 54-81.

URANIA MILANO: Montano, Bossi e Nikolic 11

OLD WILD WEST UDINE: Mussini 15, Ebeling 14, Walters 13

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp