Urania non brilla a Ferrara, i Wildcats chiudono quarti il girone giallo, 92-77

Maggio 16, 2021

Chiude al quarto posto nel girone giallo Urania che cade a Ferrara, 92-77, e troverà Verona nei playoff. Gara controllata dalla Top Secret che chiude con 5 uomini in doppia cifra, gli uomini di coach Davide Villa pagano la pessima serata dalla lunetta ed un approccio difensivo molto discontinuo. Non bastano a Milano i guizzi di Montano e Raivio (36 punti combinati) e le triple di Benevelli, per Giorgio Piunti invece sono arrivati i 1000 punti in maglia Wildcats.

LA GARA
Più reattiva Ferrara in apertura di gara, l’energia di Filoni e la tripla frontale di Panni per il 9-2 estense. Polveri bagnate per Urania che non riesce ad entrare in partita, Vencato in penetrazione sigilla il 2+1 che vale il primo margine in doppia cifra per la Top Secret, 14-4. Due squilli dal perimetro di capitan Benevelli rigenerano i Wildcats, botto in transizione di Montano e Milano torna ad un solo possesso, 16-13. Ospiti che sprecano l’antisportivo assegnato ad Ugolini, immediata la punizione degli uomini di coach Spiro Leka che riprendono il controllo del match alla prima sirena con Zampini protagonista, 26-14. Affonda sino a meno 14 la truppa di coach Davide Villa prima della fiammata Montano-Bossi che riporta sotto i milanesi, schiacciata di Langston per il 28-21. Fatica a rimbalzo Urania che deve provare a correre per restare in corsa, la terza penalità di Montano (secondo fallo in attacco) cambia di nuovo lo scacchiere dei Wildcats. Prosegue il litigio dalla linea della carità per Milano, il vantaggio emiliano è sostanzialmente frutto proprio dei tanti errori dalla lunetta di Langston e compagni, 33-26. Ancora l’orgoglio di Benevelli, siluro frontale, tiene a contatto gli ospiti che si godono anche il primo sigillo di Raivio, 37-33 all’intervallo. Dopo la pausa lunga altra brusca frenata degli ospiti, Pacher spara due triple per il nuovo più 14, 47-33. Scivola sino a meno 15 Milano che prova a riemergere aggrappandosi a Raivio e Raspino, 57-47 dopo 4 liberi dell’ala piemontese. Lampo che non accende i Wildcats, vola la Top Secret con Pacher e Zampini in evidenza, 69-53. Nervosismo che aumenta in casa milanese con Raspino che, dopo il quarto fallo, esce di scena per il conseguente tecnico, affonda Urania alla penultima sirena, 72-55. Ultima frazione senza storia con gli estensi che gestiscono con tranquillità il finale, 92-77.

TOP SECRET FERRARA: Pacher 19, Zampini 16, Panni 14

URANIA MILANO: Montano 17, Raivio 16, Langston 12

Ufficio Stampa Urania Basket Milano

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp