Urania non basta l’orgoglio, la capolista Cantù vince all’Allianz, 84-97

Ottobre 28, 2023

Regge per oltre 25 minuti il fortino di Urania contro la corazzata Cantù, Montano e Potts tengono in ansia la capolista per più di metà gara, Hickey aziona nella ripresa il turbo per gli ospiti che scappano via grazie anche alla buona prova di Young, Nikolic e Bucarelli.

LA GARA
Sfida subito a ritmo vertiginoso, buon avvio della Wegreenit spinta da Potts e Lupusor, 5-4. Ancora a referto Milano con Piunti e Potts in evidenza, Wildcats a più 3, 11-8. Sale di colpi Hickey che crea ed ispira i compagni, sorpasso brianzolo a firma Young, 11-16. Immediata reazione rossoblu, Bonacini alza il ritmo, le sue penetrazioni ed un Landi ispirato per il massimo vantaggio milanese, 24-18. Vola sino a più 7 la Wegreenit dopo la tripla in transizione di Montano, Principe dei Wildcats che si ripete con l’entrata del primo margine in doppia cifra, 29-19 alla prima sirena. Rabbiosa reazione brianzola in avvio di secondo periodo, 6 punti di Burns ma Montano è in serata di grazia, 35-28. Brani di zona per i Wildcats che cerca di arginare le penetrazioni di Hickey, del folletto biancoblu il pareggio a quota 37. Urania ancora da battaglia, spara Potts che incendia l’Allianz con tre triple d’autore, 46-39. Altra scossone al match questa volta di Hickey e Young, Nikolic firma la parità, 51-51 alla pausa lunga. Dopo l’intervallo aumenta la pressione difensiva degli uomini di coach Cagnardi, soffre Urania che subisce la precisione straordinaria di Young. A questo si aggiungono le due chiamate dubbie consecutive contro capitan Piunti, non ci sta coach Villa che subisce un tecnico, 54-61. Milano si aggrappa al talento infinito di Montano, 3-1 del Principe rossoblu, ma è ancora Cantù a condurre la danza trascinata da Hickey, 59-73. Con orgoglio la Wegreenit cerca di restare in partita, un paio di buone iniziative di Landi tengono a meno 14 i rossoblu alla penultima sirena, 66-80. Cuore e tanto agonismo da parte dei Wildcats che non mollano la presa, Landi e la grinta di Bonacini per il meno 12, 70-82. Sempre il solito Hickey spegne la rincorsa rossoblu nonostante le ultime fiammate di Potts e Montano, 84-97.

WEGREENIT URANIA MILANO: Potts 24, Montano 23, Severini e Landi 12

ACQUA SAN BERNARDO CANTU’: Hickey e Nikolic 22, Young 20

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp