Urania firma il tris esterno, Wildcats corsari a Casale, 68-79

Dicembre 23, 2020

Ancora scintillante la versione formato trasferta di Urania che vince anche a Casale Monferrato. Nonostante l’assenza di Bossi i Wildcats confezionano una gara di grande lucidità. Perfetta la truppa di coach Davide Villa che prima allunga, con un Raivio stellare, poi gestione con sagacia il vantaggio grazie alla sapienza di Montano (8 assist), alla consistenza di Piunti (12 con 5 rimbalzi) ed al lavoro sottotraccia di Raspino (7 rimbalzi e 5 assist a referto). Ottimo impatto anche per i giovani Pesenato e Franco, preziosi nel fornire minuti di qualità dalla panchina.

LA GARA
Inizio equilibrato con i piemontesi che cercano il primo break dopo la tripla di Fabio Valentini, 13-8. Immediata la risposta dei Wildcats che tornano al comando delle operazioni, penetrazione di Montano e conclusione autoritaria di Raspino per il sorpasso Urania, 13-16. Stavolta è la Novipiù a sfruttare la propria pericolosità perimetrale, Thompson e Fabio Valentini in transizione per il pareggio a quota 19. Il finale di primo quarto è ancora di Casale che chiude avanti con il canestro, sin troppo comodo, di Thompson, 23-19. Milano regge grazie anche alle giocate di Raivio, la mano mancina di Martinoni fa male in area colorata mentre arriva il secondo fallo di Langston, 25-24. Senza Bossi coach Villa ricorre ancora di più ai suoi giovani, risponde con coraggio Pesenato che piazza una tripla importante, 29-29. I centimetri di Camara sono un rebus complesso per la difesa Wildcats, gli ospiti cercano l’antidoto attraverso la transizione, tutta la classe di Raivio nel mini parziale milanese, 31-38 dopo la tripla dell’ex Bayreuth. Casale ha l’energia di Thompson come arma in più ma Milano gioca con grande fiducia, a referto Raspino e Piunti per il massimo vantaggio Urania all’intervallo, 37-45. Dopo la pausa lunga una stoppata tonante di Raspino illumina la scena, si caricano di falli i lunghi di Casale Monferrato, 4 le penalità per Camara, 40-49 dopo due liberi di Raivio. Non mollano Valentini e compagni, le improvvisazioni di Collins riportano la sfida ad un solo possesso, 46-49. Si alza la pressione difensiva da parte degli uomini di coach Ferrari, diventano difficili le linee di passaggio per Montano e Raivio. Regge il fortino dei Wildcats che ripaga i padroni di casa con la stessa moneta, tanta intensità nella propria metà campo e blitz offensivi guidati da Montano che arma la mano di Piunti. Primo margine in doppia cifra dopo la tripla del lungo marchigiano, 47-57. Lievita sino a 13 il vantaggio milanese con il giovane Franco che mette una giocata di pura personalità, 49-62 alla penultima sirena. Rabbiosa reazione della Novipiù in apertura di ultima frazione, un gioco da 4 punti di Valentini costringe alla quarta penalità Raspino, 56-62. Un lampo di Langston, su assist principesco di Montano prima e di Raivio poi, rianimano i Wildcats, splendida azione corale del nuovo più 13 timbrato da un chirurgico Piunti, 56-69. Ancora Piunti e Langston fanno volare Milano che sembra padrona del match, 58-73 con poco meno di 5 minuti da giocare. Tomasini lancia l’assalto finale dei piemontesi, coach Ferrari da spazio a Thompson e Camara per cercare la disperata rimonta. Urania non trema, gestione perfetta dei Wildcats che amministrano con autorità il finale con un Langston inarrestabile, 68-79.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Thompson 17, Valentini 14, Martinoni 11

URANIA MILANO: Raivio 25, Langston 19, Piunti 12

Ufficio Stampa Urania Basket Milano

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp