UNDER 17: UNA STAGIONE DA SOGNO

Giugno 22, 2022

Finale di stagione con il botto per le giovanili Urania, splendido il trionfo dell’U17, guidata da coach Montefusco, nella doppia finale regionale con Social Osa (61-53 e 71-63) per il primo titolo regionale dopo più di 25 anni.

Ripercorriamo il successo dei nostri ragazzi con Enrico Montefusco, responsabile del settore giovanile di Urania, e Maicol Panzini (responsabile organizzativo delle giovanili Wildcats).

“Sono state due partite molto simili – racconta Montefusco – all’andata (in un ambiente caldissimo, non solo per la temperatura) abbiamo subito inizialmente la loro velocità ed il loro “small ball”. Social Osa schierava quintetti molto particolari, abbiamo quindi dovuto prendere loro “le misure”, siamo stati bravi sia in gara 1 che in gara 2 nel non farci staccare. Siamo rimasti in partita riuscendo poi a prendere il controllo dei match nel quarto periodo. Sono state due prove collettive di valore, importanti, che ci hanno regalato grande soddisfazione. Lavoro di tutto il gruppo fatto in modo egregio, individualmente non possiamo non citare la grande gara due fatta da Rossi-Bellora (26 punti a referto)”.


“Certamente – sottolinea Panzini – la nostra vittoria ci da grande soddisfazione. Obbiettivamente siamo partiti per fare il campionato d’Eccellenza, e credo che ne avessimo tutte le credenziali, ma la cavalcata nel torneo Gold ci ha ripagato ampiamente di questa piccola delusione iniziale. Il gruppo ha lavorato benissimo, con Enrico e tutto lo staff che sono stati bravi a motivare i ragazzi e ad accompagnarli nella crescita come squadra. Siamo molto orgogliosi di questo successo (il primo trofeo regionale per Urania), ed anche di aver visto tanti dei nostri ragazzi, soprattutto quelli più giovani, sulle tribune a fare il tifo per i loro amici/compagni delle categorie superiori”.


Dopo il successo della U17 è il momento anche di un bilancio generale di tutta l’attività delle nostre giovanili.

Siamo arrivati sostanzialmente vicini – spiega Montefusco – agli obbiettivi che ci siamo posti ad inizio stagione. Detto della grande annata dell’U17, che speriamo di trovare nel girone di Eccellenza nel 2022/23, partiamo dalla buona annata dell’U19 che è entrata nel tabellone principale dei playoff, sfiorando le finali Nazionali nella battaglia contro Bernareggio. Resta un po’ di rammarico pensando se avessimo avuto a disposizione, per tutto il torneo, la nostra squadra al completo, consentendoci di trovare un tabellone forse più agevole per la postseason. U16 ha avuto un cammino più breve, uscita presto dalla competizione, dove forse potevamo realizzare qualcosa in più. Bella la partenza dell’U15, qualche difficoltà nella seconda parte di stagione ma nel complesso il lavoro è stato comunque buono. Molto positivo l’impatto per l’U14, un gruppo che ha fatto grandi miglioramenti, arrivando nelle prime 8 nel settore Elite. Buono anche il cammino della U13 che si è dovuta fermare solo contro Cantù, squadra obbiettivamente con tanto talento. Nel complesso quindi – conclude Montefusco – una stagione positiva, con l’obbiettivo di fare di più e meglio la prossima. La società ci sta aiutando in ogni modo, facendoci lavorare bene, senza ossessioni di risultato. Il nostro obbiettivo principale resta quello di fare crescere i ragazzi, provando a “creare” giocatori nella speranza che un giorno possano anche dare un contributo anche alla prima squadra. Vogliamo ragazzi pronti, che vengano riconosciuti per un percorso curato e positivo all’interno del mondo Wildcats”.

Sono proprio l’etica, l’impegno, il senso di appartenenza ai Wildcats- gli fa eco Panzini – i nostri veri grandi valori su cui cerchiamo di far poggiare il nostro progetto delle giovanili Urania. Un impegno serio sia nostro, come società e staff, e dei ragazzi per cercare di farli diventare giocatori del più alto livello possibile. Servono consapevolezza, crescita, maturità, senza alibi ma aiutando i ragazzi a gestirsi, lavorando con loro su ognuno di questi aspetti. Dal punto di vista complessivo certo il sogno sarebbe, senza dubbio, arrivare ad una finale Nazionale. E’ un aspirazione, un traguardo straordinario e, un sogno che vogliamo regalare a noi stessi ma anche alla proprietà. Ma questa stagione ci ha insegnato, sia con l’U17 ma anche con l’inattesa e splendida semifinale nel torneo di Lissone con l’U19, che possiamo crescere ed alzare l’asticella. Tenendo sempre presente la nostra identità. Il senso di appartenenza ad Urania – chiosa Panzini – che si è visto in questa stagione e che vogliamo rafforzare e migliorare ancora di più. Dando quindi anche un messaggio forte e rassicurante alle famiglie dei nostri giovani giocatori, fornendo la garanzia qualitativa del percorso affidabile e sicuro all’interno del mondo Wildcats”.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp